Buongiorno e bentornati da CTnewS!

Dopo aver indagato su qualche best practices da tenere per avere un buon sito internet oggi scopriremo come sfruttare un’altro canale, ritenuto sempre più indispensabile dalle aziende che cercano nuovi clienti e che vogliono allargare il proprio mercato.

Ovviamente parliamo di sua maestà Facebook!

Il social che ha dato il via alla rivoluzione digital e che ad oggi conta 1.87 miliardi di iscritti in tutto il mondo, con numeri in crescita del 50% anche in borsa. Ci sentiamo di affermare, quindi, che essere presenti e sfruttare le opportunità che questi dati mettono a disposizione è OBBLIGATORIO se si vuole consolidare il proprio business.

Ma come?

Aprire una pagina Facebook non è affatto difficile. Basta un pc, una connessione e qualche semplice passaggio guidato dal social network ed il gioco è fatto.

Ma allora perché affidarsi ad un professionista?

Semplice! La parte difficile arriva dopo! Si perché come per un negozio fisico anche qui vale la regola che dice: “non basta aprire!”

Perché una pagina abbia valore, infatti, non basta inserire una foto profilo (magari anche sgranata), la via della nostra sede e qualche foto quando ci si ricorda. Una pagina necessita di gestione, ordine, e di un percorso editoriale ben elaborato.

I clienti, gli utenti in questo caso, non arrivano da soli, ma devono essere indirizzati da un percorso di popolamento, ricercati nelle aree che più interessano la nostra attività e selezionati per diventare, un giorno, una fonte di ritorno.

Ma ancora non basta. Anche i contenuti, ovvero tutto quello che viene pubblicato, dovranno essere inerenti e pianificati a seconda di temi che possano essere interessanti per chi ha scelto di seguirci, con lo scopo di indirizzarli a qualche azione prefissata. Dalla più semplice delle interazioni, il like alla pagina o al post, alla conversione in cliente effettivo, tutto dev’essere studiato e perseguito attraverso schemi e strumenti adatti che il canale ci mette a disposizione.

Quali parole usare? Come raccontare l’identità aziendale? Cosa comunicare e in che modo?

Non accontentiamoci di far vedere i nostri prodotti, non limitiamoci a dire X costa Y. Raccontiamo invece cosa c’è dietro. Il lavoro degli operai, i successi che ha ottenuto, i passi che abbiamo fatto per arrivare dove siamo. Lo scopo ultimo è quello di suscitare interesse, creare desiderio, ottenere fiducia, e stimolare l’azione di chi ci guarda, al fine di raccogliere dati e contatti importanti per la nostra attività.

Le attività vanno poi monitorate, analizzate secondo metriche e dati che Facebook rilascia ai gestori delle pagine, e che sono una fonte incredibile per capire gusti e preferenze dei nostri followers, identificando un target preciso e interessato. Questo permette di essere ancora più efficaci, organizzati e soprattutto di non lasciare al caso un’attività che invece deve avere COERENZA come parola chiave.

Tradurre una realtà fisica in uno spazio digitale quindi non è così banale, tanto meno facile. Per questo è importante essere affiancati da chi, per lavoro, è abituato a seguire tutte le pratiche necessarie a comunicare efficacemente tutti i valori che ci contraddistinguono.

Vi lasciamo anche oggi con una canzone, il nostro saluto più classico, ringraziandovi per la fiducia che ci rinnovate ogni giorno e dandovi appuntamento alla prossima settimana per un’altra…

CTnewS

Print Friendly, PDF & Email