Instagram: che stories!

Il 20 giugno è sbarcata su Instagram la IGTV. Il 10 luglio è toccato ai “Question Stickers”.
In appena un mese Instagram ha sfornato due grandi novità che si apprestano a rivoluzionare la fruizione e la condivisione dei contenuti da parte del pubblico.

E “pubblico” non è una parola scelta a caso.

instagram television
Ecco in cosa consistono le due novità di Instagram dell’estate 2018

IGTV Instagram Television

Ormai l’avrete vista un po’ tutti. Si tratta, di fatto, di uno sviluppo delle Stories di Instagram, che permette di caricare video verticali di durata dai 15’’ a 10 minuti per i profili normali, e fino a 60 minuti per gli account con più follower o verificati. Dunque video user generated, ossia generati direttamente dagli utenti, visibili a tutto schermo e che non spariscono dopo 24 ore, come avviene per le Storie.

La domanda nasce spontanea : ma dopo tv, YouTube, Facebook, video virali, Storie ecc ecc c’era proprio l’esigenza anche di quest’altra “tele-visione” verticale? La risposta nasce forzata : sì. Gli sviluppatori di Instagram vi risponderanno che questo dipende dal fatto che Instagram nasce verticale e in questo modo si evita di dover ruotare ogni volta il telefono. E ci possiamo credere. Ma la verità è che i giovani non guardano più la tv, dedicano meno tempo a YouTube e Facebook sanno che è quella cosa in cui si sfogano i genitori e qualche zio di mezza età.

Ovviamente è un’esagerazione, ma se alle nostre latitudini sembrerà folle leggere una cosa del genere, negli Stati Uniti è già realtà. I giovanissimi, negli ultimi 5 anni, hanno ridotto del 40% la fruizione della televisione
tradizionale e ai contenuti “orizzontali” su tablet, pc e smartphone preferiscono in maniera sempre più esponenziale la visione “verticale”. E perché? Perché si fa meno fatica a tenere in mano un cellulare in posizione verticale piuttosto che orizzontale.
Si ha una mano libera e si può scorrere più velocemente.
E dato che le uscite audio sugli smartphone sono in basso, tenendo in mano in il telefono in verticale si sente anche meglio, perché la conca che si forma tra palmo e pollice fa da cassa di risonanza. Instagram l’ha capito e si è subito attrezzata.
Se tu che leggi questo articolo hai più di 25 anni farai fatica a credere che sia meglio vedere un video in verticale in bassa qualità piuttosto che un video in HD comodamente seduto sul divano o con un bel tablet in mano. Ma se hai 25 anni non sei un millennials e queste cose non le capisci.

Dunque…prepariamoci. Il futuro è vertical.

IGTV
Tra gli sviluppi prossimi di questa applicazione, probabilmente a partire dal 2019, ci dovrebbe essere anche la monetizzazione per i creatori di contenuti. E la IGTV si candida ad essere davvero la concorrente numero uno di YouTube.
Diciamolo subito, è ancora in fase embrionale ma è già uno strumento consigliabile per tutte le aziende che hanno un profilo Instagram e vogliono accrescere il numero di seguaci. Questo è il momento adatto per creare contenuti video ad hoc e postarli attraverso la IGTV. Sono ancora pochi gli utilizzatori e in questo momento la piattaforma tende a privilegiare i creatori di video dando loro più visibilità.

QUESTION STICKER

Si tratta dell’ultima novità introdotta in questi giorni da Instagram, ovvero la possibilità di inserire una domanda all’interno delle proprie Stories. Così oltre al Sondaggio, ad una GIF, ad una foto interna alla storia o all’emoticon in progressione, la piattaforma ha ora inserito anche un nuovo adesivo che permette agli utenti di fare delle domande agli altri follower o visitatori. La si trova direttamente all’interno del menù degli emoticon e degli sticker, ed è personalizzabile scrivendo una domanda a piacimento. Gli utenti a loro volta potranno rispondere alla domanda con un’altra storia, e il nome dell’utente che l’ha scritta non verrà visualizzato.

question sticker

Le stories influiscono sull’andamento di un account ed aggiornarle con costanza porta ad aumentare la visibilità del profilo. Meglio ancora se utilizzate per raccontare una narrazione, postando in successione i video da 15” che siano legati l’uno all’altro per essere poi visti di seguito. Ad esempio si potrebbe raccontare un evento aziendale o il lancio di un nuovo prodotto sfruttando questo tipo di narrazione. Consigliabile anche la diretta attraverso le storie. E proprio in casi come questi le “domande” nelle storie possono costituire un valido strumento, inserendo ad esempio una domanda per chiedere il parere del pubblico sul colore di un prodotto da lanciare o sul formato preferito.

instagram question sticker

Insomma, considerando che aumentano sempre più i contenuti visualizzati in verticale dagli utenti, soprattutto più giovani, le Stories e la IGTV di Instagram sono strumenti da tenere in grande considerazione per chi utilizza i social per il proprio business.  La vera sfida, semmai, sarà per i creativi che dovranno iniziare a ragionare in verticale.

Ma questa è un’altra “storia”…

Print Friendly, PDF & Email