Buongiorno e ben tornati da CTnewS!

Oggi saliamo a bordo, tiriamo la cima e imbracciamo i remi. No non siamo impazziti, non preoccupatevi, è che oggi ci immergiamo alla scoperta dei canali.

Un canale per chi si occupa di marketing, o più in generale di vendite, è una traiettoria da seguire per arrivare a conquistare i propri clienti nel luogo e nel momento più opportuni, sfruttandone al massimo le leve che lo identificano.

Come è già intuibile da questa prima presentazione, una realtà presente su più canali ha più probabilità di arrivare in modo efficace al target di riferimento e, di conseguenza, di alzare il volume delle vendite.

Ma perché?

Mettiamoci nei panni di un comune consumatore e cerchiamo di ricostruire il suo viaggio da quando viene a conoscenza del prodotto fino all’acquisto finale.

Ipotizziamo di passare davanti ad un negozio X e di innamorarci di un paio di scarpe esposte in vetrina. Ma siamo di fretta, il lavoro chiama, e dobbiamo abbandonare l’idea di comprarle all’istante. La giornata passa veloce e al ritorno decidiamo di completare l’acquisto che abbiamo lasciato in sospeso ma, guarda caso, l’ultimo numero l’ha appena comprato il signore li in fondo. Che sfortuna per noi, cliente perso per il negozio.

Ma cosa sarebbe successo se quello stesso negozio fosse stato presente anche online?

Innamorati dal vivo, appena arrivati in ufficio avremmo ordinato le scarpe dalla loro piattaforma e-commerce, acquisto concluso per noi, vendita effettuata per il negozio, soddisfazione ed appagamento per entrambi.

Un esempio banale certo, ma significativo nel farci capire che la strada più efficace per raggiungere i propri clienti è esserci quando loro te lo chiedono, sfruttando quelli che in “tecnicese” si chiamano micro-moments.

Mono Channel

Una realtà che opera in un solo canale è definita mono channel.

Pensate al calzolaio del paese, al piccolo forno o a quelle attività, spesso di periferia, che vivono di contatto diretto con i propri clienti, intercettandoli solamente nel momento in cui sono loro a scegliere di entrare. Limitante no?

Soprattutto in un mondo sempre di corsa e con poco tempo per tutto e tutti, aprire e aspettare non è la tecnica più consigliata, anche se non è detto che in qualche caso limite non sia comunque premiante.

Multi Channel

Un primo passo lo fa invece chi sceglie di raggiungere il proprio target in diverse soluzioni ma tutte indipendenti fra loro.

E’ il caso del multi channel, una strategia che offre ai consumatori la possibilità di trovare più modi per concludere l’acquisto ma che non permette di iniziare il viaggio in un luogo e concluderlo in un altro.

Tornando all’esempio di prima, in poche parole, noi avremmo potuto ordinare le scarpe online ma, se fossimo andati a richiederle in negozio molto probabilmente non avrebbero saputo di cosa stiamo parlando.

Il limite di queste realtà è per l’appunto che i canali non comunicano tra loro, arrivando tante volte ad entrare addirittura in competizione l’uno con l’altro. E’ il tipico caso della concorrenza interna, la guerra tra store fisico e digitale per chi vende di più. Questo crea nei clienti disorientamento e soprattutto non offre la coordinazione necessaria a sfruttare ogni momento del funnel, rischiando di interrompere il processo d’acquisto a metà e di fornire un’esperienza non all’altezza delle aspettative.

Omni Channel

Un altro passo in avanti lo fanno le aziende che riescono a gestire più canali in modo integrato e coordinato risolvendo, ad esempio, il problema sollevato nell’esempio sopra. Grazie alla Omnicanalità, infatti, i nostri clienti potranno provare le scarpe in negozio per poi farsele spedire a casa, o viceversa.

Insomma, mentre nel caso precedente i canali erano tanti ma totalmente distinti l’uno dall’altro, ora arriviamo a convogliare il cliente in un percorso che assomiglia ad un fiume con foce a delta, gli infiniti e intricati rami rappresentano molteplici vie (canali di vendita) che le acque (i prodotti e i servizi) scelgono quasi randomicamente per raggiungere il mare (il mercato dei consumatori).

Questa strategia si basa su punti fissi e specifici fondati su di una concezione unitaria della distribuzione e sulla condivisione, comunicazione e interazione fra canali di vendita offrendo al cliente una costumer experience delineata e che lo accompagni in ogni scelta decida di intraprendere fino al completamento dell’acquisto.

Conclusione

Questo processo è già il presente per i big mondiali ma può essere ancora una risorsa importantissima per tutte quelle realtà che vogliono espandere il proprio business dando valore al proprio brand e fidelizzando i propri clienti grazie ad un’offerta strategica ed esperienzale di massimo livello.

Per oggi vi salutiamo con un video che possa spiegare l’importanza di essere presenti in ogni micro-moment promosso dal nostro motore di ricerca preferito.

Alla settimana prossima con un’altra CTnewS!!!

 

Print Friendly, PDF & Email