Chi è il re del web marketing aziendale?
Il marketing dei contenuti.

Buongiorno e ben tornati da CTnewS!

Oggi parliamo di una delle branche del marketing che, negli ultimi 10 anni, ha rivoluzionato globalmente il modo di comunicare, il Content Marketing.
Il contenuto, infatti, è diventato parte essenziale di ogni strategia di web marketing, mettendo in effetti una pietra sopra al settore dell’advertising tradizionale.

Cos’è il content marketing?

Il marketing dei contenuti si basa sulla creazione e sulla condivisione di contenuti ritenuti interessanti o utili dai clienti/utenti per stimolare con loro una comunicazione attiva e bilaterale.

content is like waterUna definizione molto sintetica, quasi banale, ma che ci serve per dare una linea schematica che ne spiega il procedimento.

Partiamo da un assunto, i mercati sono diventati conversazioni.

Le persone non vogliono più essere interrotte da un annuncio pubblicitario che gli urli nelle orecchie quanto corra veloce il nuovo modello di auto, o quanto renda il loro pavimento pulito quel particolare detersivo.

Gli strumenti che offrono il web ed i social network permettono a loro, e contestualmente alle aziende, di avere un dialogo, di comunicare appunto. Su questa comunicazione si fonda il marketing dei contenuti.

Per una definizione più completa ci affidiamo al Content Marketing Institute, pilastro americano di questa nuova pratica, il quale ci spiega che:

“il Content Marketing è un approccio di marketing strategico focalizzato alla creazione e alla distribuzione di contenuti ad alto valore, rilevanza e coerenza, al fine di attrarre un target ben definito e, in ultima analisi, a guidare il cliente all’acquisto.”
Guidare il cliente all’acquisto, un tema già affrontato in un altra news, ricordate?

Come si fa?

Anche in questo caso, come per tutte le strategie ben sviluppate, si deve partire dal definire degli obiettivi chiari e precisi, soprattutto misurabili.

Senza obiettivi non sappiamo dove dirigerci, dove indirizzare la nostra comunicazione e soprattutto a chi.

Sapere a chi comunicare, per l’appunto, diventa necessario.

Ognuno di noi è definito in un particolare carattere, in interessi specifici, e nel modo che abbiamo di vivere il mondo ogni giorno.
Siamo tutti speciali, a modo nostro, ma possiamo essere raggruppati in dei target specifici formatida persone che abbiano gusti simili, visioni affiancate o qualche particolarità comune.

In questo modo le aziende riescono a definire un segmento di mercato specifico, verso cui comunicare nel modo ritenuto più convincente ed efficace per le persone che lo compongono, attraverso i canali più adatti e utilizzando le “parole” più giuste.

content marketing

Tocca quindi, come terzo punto del piano, alla scelta dei canali.
Il web, dicevamo prima, ne mette a disposizione diversi, ognuno con le sue funzioni, ognuno con il suo pubblico, ognuno con il suo linguaggio.
Che la scelta ricada sui social, su di un blog nel tuo sito internet, su dei contenuti video – fotografici o sulla cara vecchia e-mail, infatti, dovrà fare i conti sulle metriche che costruiscono quel canale.

Non si può scrivere un articolo di blog come si scriverebbe un post su facebook, e tanto meno la foto postata su facebook va automaticamente bene anche per instagram, o qualsiasi altro social.
Un tipico esempio è quello di un colloquio con un cliente straniero: l’unico modo per interagirvi sarà utilizzare la sua lingua, in un luogo lui ascolta ciò che abbiamo da dire.

Non resta infine che scegliere gli strumenti da utilizzare (ovviamente in coerenza con tutti i punti toccati in precedenza) e redigere un piano editoriale.
Il piano editoriale è indispensabile
per guidare la comunicazione giorno dopo giorno, orientandone i contenuti in modo efficace.

Il piano deve considerare un orizzonte temporale di medio – lungo periodo. Questa strategia, infatti, non fornisce risultati concreti nell’immediato, ma è invece un eccellente modo per legare al proprio brand la fiducia del cliente nel tempo.

Perché è utile il content marketing?

Ma in generale, perché si effettua un’azione di Content Marketing?
Cosa si ottiene?

benefici del content marketing

Secondo Mashable, gli obiettivi principali per la quale si attua una strategia di questo tipo sono, a percentuali quasi omogenee:

In conclusione possiamo  dire che se gli utenti sono attratti dai contenuti forniti, è molto più facile che essi siano disposti a lasciare le loro informazioni di contatto e soprattutto a preferire il brand.
In più, offrendo costantemente contenuti di ottima qualità, le aziende riescono a generare interesse per il loro sito web e a invogliare gli utenti a visitare regolarmente la pagina.

Quindi non urliamo, non sprechiamo la voce con chi non ascolta, ma dialoghiamo con le persone che hanno a cuore ciò che abbiamo da dire.

Ci vogliono impegno e strategie mirate, ma i risultati sono eccezionali.
E ripagheranno gli sforzi compiuti.

Alla prossima CTnewS!

Print Friendly, PDF & Email