Non puoi andare online questa settimana senza imbatterti continuamente in amici, celebrities o perfetti sconosciuti da tutto il mondo che postano loro foto di 10 anni fa  accostate ad immagini di oggi. Nella settimana del record mondiale di like su Instagram per un uovo, l’altro fenomeno virale sui social è l’hashtag #tenyearchallenge (o nelle sue varianti #10yearchallengel, #tenyearschallenge…).

L’hashtag si definisce una parola o un insieme di parole attaccate tra loro, precedute dal cancelletto #, utilizzate sui social – soprattutto Twitter e Instagram – per er facilitare le ricerche tematiche e raggruppare meglio pensieri, foto e video.

 

10 years challenge

 

Come è nato il meme Ten Years Challenge, fenomeno del momento?

A quanto pare l’origine della #TenYearChallenge si deve a Facebook. Il primo a postare una foto sarebbe stato l’11 gennaio 2019 tale Damon Lane, meteorologo americano di KOCO News 5, che ha sfidato i suoi amici a mettere a confronto la loro prima foto profilo con quella attuale.

Gli utenti di tutto il mondo hanno cominciato, così, a pubblicare le proprie foto di 10 anni fa accanto ad una recente del 2019,  contrassegnate da hashtag #TenYearAgo, #HowHardDidAgingHitYou, #2009vs2019 che sono diventati sempre più numerosi, fino a dar vita a un vero e proprio trend virale in tutto il mondo. 

Ma è solo un meme innocente? La teoria del riconoscimento facciale

Come spesso accade in questi casi, non hanno tardato ad arrivare i primi dubbi e sospetti sulla reale natura della Ten Year Challenge. 

Kate O’Neill, fondatrice di KO Insights, e autrice di Tech Humanists , sostiene che dietro questa operazione potrebbero esserci sinistri algoritmi di riconoscimento facciale.

 10 years challenge kate

 

La O’Neill scrive: “Vale la pena considerare la profondità e l’ampiezza dei dati personali che condividiamo senza riserve. Immagina di voler addestrare un algoritmo di riconoscimento facciale sulle caratteristiche legate all’età e, più nello specifico, sulla progressione dell’età (ad esempio, come è probabile che le persone cambino con l’invecchiare). Idealmente, vorrai un set di dati ampio e rigoroso con molte immagini di persone. Sarebbe utile se tu sapessi che sono stati presi un numero fisso di anni, diciamo… 10 anni.” 

Iniziate anche a voi a pensare : “Mmm…però, mica stupida da O’Neill!” ?

10 years challenge più divertenti

Che sia l’ennesimo presunto tentativo di spiarci tutti o di trasformare un gioco innocente in una raccolta mondiale di dati a costo zero, poco importa. Quando un hashtag diventa virale scatena la creatività e la comicità di insospettabili geni della Rete. Ecco una carrellata dei #tenyearchallenge più divertenti scovati nel web.

Print Friendly, PDF & Email